Gli idoli di una bambina

Posted by Miss Cici on mercoledì 25 novembre 2009. Filed under: , , , , ,

Ecco gli idoli della mia infanzia.

Madonna

La cassetta di True Blue mi venne regalata da mio padre alla tenerissima età di 7 anni. Lui all'epoca lavorava in Inghilterra e me la portò come regalo del compleanno rientrando da uno dei suoi viaggi. Prima di allora non conoscevo Madonna. E quel giorno nacque l'amore. Non so più quante volte ho ascoltato quella cassetta. Tanti ricordi sono legati a quelle canzoni. Uno dei più teneri è quello vivissimo del primo concerto di Mad che vidi in vita mia, seduta nella cucina di mia nonna, con la sedia vicinissima alla tele (nonostante i rimproveri di mia madre), avevo 9 anni ed il concerto era il Live in Turin del 1988.
La guardavo incredula. Non sapevo nulla delle grandi popstar e non avevo idea che su un palco potessero fare cose simili. Quei balletti, quei costumi...
Ma il pensiero che più mi ronzava in testa era che volevo farlo anche io. Volevo essere come lei. La cosa curiosa è che il 6 settembre 2008, allo Stadio Olimpico, assistendo allo Sticky&Sweet Tour, pensavo le stesse cose di 20 anni prima.
Peccato che non canti più "True Blue" dal vivo (la canzone era dedicata all'allora marito Sean Penn, significava "Fedele" e da quando hanno
divorziato, lei non la esegue più.), la bimba di un tempo avrebbe molto apprezzato.

Cindy Lauper

Qualche anno dopo la scoperta di Madonna venne quella di Cindy.
Un pò ritardo in effetti... La scoprii nel momento in cui la mia migliore amica mi fece vedere i Goonies (film del 1985, che io vidi qualche annetto più tardi). Cindy cantava uno dei brani della colonna sonora, "The Goonies 'R' Good Enough", di cui immediatamente mi innamorai. Iniziò così la ricerca della cantante di quella fantastica canzone, e quando la vidi, così colorata, con quel visetto buffo mi piacque subito.
Dopo aver chiesto i guantini di pizzo di Mad, chiesi anche di poter avere i capelli come quelli di Cindy. Mia madre, che molto carinamente aveva esaudito il desiderio del guantino, non si dimostrò altrettanto disponibile ad esaudire il desiderio dei capelli.
True Colors continua a rimanere una delle mie canzoni preferite. Quando la ascolto quasi sempre mi commuovo.

Hayley Mills

Da bambina andavo letteralmente pazza per questa attrice, protagonista della maggior parte dei filmetti Disney che propinavano ai bimbi della mia età. Adoravo tutti i film in cui compariva lei, da "Pollyanna" al "Cowboy col velo da sposa", che era poi il mio film preferito (a dirla tutta, ancora oggi lo guardo con grande piacere).
Giocavo sempre a questo film con la mia migliore amica, ed io volevo sempre interpretare la parte della gemella con i capelli corti, quella che aveva un bellissimo ranch ed un cavallo tutto per sè.
Una chicca: pare che Hayley fosse stata la prima scelta di Kubrick per interpretare Lolita; la parte andò poi a Sue Lion, a causa del veto posto dalla Disney all'attrice.
Oggi Hayley recita in qualche telefilm ed è la mamma di Crispian Mills, leader dei Kula Shaker.

Bianca Pitzorno

Mia madre mi comprava sempre i libri della serie "Gaia Junior Mondadori" indirizzati ad un pubblico giovane e femminile.
Alcuni sono ancora nella mia libreria.
Mi piacevano da morire.
Ma i miei preferiti erano i libri di Bianca Pitzorno, che potrei definire la mia scrittrice preferita di allora.
Tra i tanti quello che mi piacque di più fu "Speciale Violante", letto e riletto non so più quante volte. L'ultima anche piuttosto recente.
Credo sia stata proprio lei a farmi decidere che da grande volevo fare la scrittrice.
E fu allora che Madonna scese un pò dal piedistallo.

Magica Emi / Mei

Oltre a voler essere una cantante ed una scrittrice, da bambina volevo anche essere una maga.
Il massimo poi sarebbe stato potermi trasformare in una maga.
Come Mei di "Magica Emi".
Chissà perchè, quando giocavo, volevo sempre far finta di essere Mei, la ragazzina buffa e un pò pasticciona, e mai Emi, la maga bellissima e bravissima.
Forse perchè trovavo più facile indentificarmi in una bimba con i capelli corti corti, che combina guai.
Forse perchè volevo disperatamente lo scoiattolo volante amico di Mei e quel bellissimo braccialetto che portava sempre.
La sigla di questo cartone animato è sempre stata la mia preferita e la so ancora tutta a memoria!
"Lo strano braccialetto che indossa sempre Mei, è il dono di un folletto che è sempre accanto a lei. C'è un cuore sul bracciale che è magico perchè può sempre trasformare Mei in Emi, Emi in Mei!"

La Stella della Senna

Quando non ero in concerto, non stavo per mandare in stampa uno dei miei libri, non avevo spettacoli di magia in programma, io ero la Stella della Senna.
Il mio cartone animato in assoluto più amato.
Volevo disperatamente essere la Stella della Senna.
Ed ero innamoratissima del Tulipano Nero, il mio primo amore. Lo sognavo anche la notte.
Mi son vestita da Stella della Senna per non so più quanti Carnevali consecutivi.
Se andassi ancora alle feste di Carnevale continuerei a vestirmi così.
In realtà... quando non lavoro in un ufficio... bè, io sono la Stella della Senna.
Ma tenetevelo per voi.


2 Responses to Gli idoli di una bambina

  1. ILOVEGATTACICOVA

    mio Dio!!!adoravo il film delle gemelle...

  2. Emi

    Tu Stella della Senna? (che adoravo anch'io e credo ancora che la sigla fosse la più bella in assoluto di quegli anni!!!) Io ero Magica Emi!!!
    Ti giuro...ero proprio fissata (oltre che per l'assonanza del nome)! XD

    P.S. il commento alla Stella della Senna mi ha fatto rotolare dal ridere!!!!!